L’ITALIA CHIAMO’

Regista:
Durata: 8 min
Anno di produzione: 2020
Paese di produzione: Italy

Siamo a Roma, è da poco finito il lockdown vissuto per il COVID19. Aldo è un uomo di 78 anni che durante la quarantena ha perso sua moglie che si è ammalata di Coronavirus. Da quel momento Aldo è rimasto chiuso in casa continuando il lockdown anche dopo la fine delle restrizioni imposte dal Governo. Una parte di sé è morta in quei giorni difficili, le sue emozioni, i suoi ricordi, la gioia di vivere; l’amore della sua vita se ne è andato e lui non ha potuto nemmeno darle l’ultimo saluto. La normalità per Aldo non potrà più tornare, la vita che conosceva prima, quella passata accanto a sua moglie, non ci sarà più e quindi il suo inconscio decide che forse è meglio rimanere prigioniero di quell’incubo senza svegliarsi più. Sua figlia Francesca cercherà con tutte le sue forze di spronare il padre a tornare alla normalità, di metabolizzare il lutto e la sofferenza per continuare a vivere. Purtroppo però si renderà conto che le ferite che quel nemico invisibile ha inferto nella mente del padre saranno irreversibili.

  • Selezione Ufficiale  VIII Vittoria Peace Film Fest 2020
  • Selezione Ufficiale Capri, Hollywood – The International Film Festival 2020
  • Selezione Ufficiale LIFF – COLPO D’OCCHIO – Lamezia International Film Fest 2020
  • Miglior Cortometraggio NaNo Film Festival 2021
  • Miglior Cortometraggio FERRARA FILM FESTIVAL 2021
  • Selezione Ufficiale Prato Film Festival 2021
  • Selezione Ufficiale  Pop Corn Festival del Corto 2021
  • Selezione Ufficiale Fabriano Film Fest 2021
  • Selezione Ufficiale Cinecibo Festival 2021

Alessio Di Cosimo, romano, classe 1985; inizia a studiare cinema all’età di 19 anni presso l’università di Roma Tre non conseguendo però la laurea. Qualche anno più tardi si diploma in una piccola accademia di Teatro, inizia così a portare in scena i suoi primi spettacoli scritti, diretti e interpretati; tra il 2009 ed il 2012 porta in scena diverse opere riscontrando un buon successo di pubblico. Nel 2013 passa alla macchina da presa scrivendo e dirigendo il suo primo cortometraggio sul delicato tema del gioco d’azzardo con il patrocinio del Comune di Roma e della Regione Lazio. L’anno successivo scrive e dirige il suo secondo cortometraggio dal titolo “Rosa” con il quale vince diversi premi in festival Nazionali. Nel 2016 dirige il documentario dal titolo “Tizzo storia di un grande campione “ presentato alla stampa durante la Festa del Cinema di Roma. Nel 2018 scrive e dirige il cortometraggio dal titolo “Per Sempre” che vede come protagonista l’attore Lou Castel. È attualmente in preparazione il suo primo lungometraggio dal titolo “Generazione di Fenomeni”

Filmografia:

  • Rosa
  • Tizzo storia di un grande campione
  • Per sempre

Foto:

Trailer: